Conclusi il 26 marzo, in linea con il cronoprogramma, i lavori di messa in sicurezza in somma urgenza

15 aprile 2021

 

Terminati a fine marzo, saranno ufficialmente certificati oggi i lavori di messa in sicurezza in somma urgenza dell’ex Carcere Santo Stefano-Ventotene, che hanno interessato alcune parti a rischio di crolli della cittadella carceraria e in particolare del Panopticon. Durante l’accurato sopralluogo, la Commissaria ha verificato insieme al capo squadra dei tecnici della impresa Sacen e al direttore lavori di Invitalia, ing. Letterio Sonnessa, lo stato dei luoghi: “Sono molto soddisfatta: è stato fatto un importante passo avanti per preservare le situazioni più pericolanti dell’ex carcere in vista dell’intervento lavori di messa in sicurezza”. 

Si continua comunque a lavorare sull’Isola di Santo Stefano con le attività relative ai rilievi ed indagini che si concluderanno entro fine giugno, mentre si attende l’esito della gara per l’aggiudicazione dell’intervento di “messa in sicurezza degli edifici”, lanciata da Invitalia, conclusasi lo scorso 9 aprile, i cui lavori dovrebbero iniziare entro ottobre.

Torna all'inizio del contenuto